Davide Cali: 10 Bune Ragioni per Smettere (subito) di Fare l’Illustratore

Un post su FrizziFrizzi

Davide Cali, fumettista e scrittore italiano di letteratura per ragazzi, ha regalato a Ethel Margutti, co-fondatrice e caporedattrice del magazine online FrizziFrizzi, le 10 buone ragioni per smettere di fare l’illustratore: sono provocazioni da prendere soprattutto come altrettante regole per auto-analizzarsi e provare a capire se abbiamo commesso passi falsi o siamo caduti nella più becera auto-celebrazione.

Una guida, quella di Davide, che mappa errori da evitare e muri che aspettano solo di sbatterci contro il muso; una guida che si sposa perfettamente con l’ormai celebre Guida Intergalattica per Giovani Illustratori di Alessandro Gottardo (aka Shout). La discussione si è aperta su FrizziFrizzi già da qualche tempo. E in quanto tale siamo tutti invitati ad usare i commenti per ribattere o integrare.

Le 10 buone ragioni per smettere di fare l’illustratore

  1. Non trovo nessuno che mi scriva una storia.
  2. Gli editori mi dicono sempre di no.
  3. Perché scelgono sempre gli altri ai concorsi e alle mostre?
  4. Sono stato selezionato da diversi concorsi ma poi nessuno mi ha chiamato.
  5. Se uno non riesce a finire un libro, non è mica la fine del mondo!
  6. Vorrei fare un libro a modo mio, senza avere limiti di tempo. Vorrei avere tutta la libertà che voglio.
  7. Penso che la cosa migliore sia editare da me i miei libri, così non dovrò rendere conto a nessuno.
  8. Nell’illustrazione si sta creando una specie di aristocrazia elitaria, di gente che si conosce, si chiama per le mostre, si danno i premi uno con l’altro.
  9. Mi piacerebbe lavorare in Francia come te, ma devo per forza parlare francese? Perché i francesi non imparano mai le lingue degli altri?
  10. I miei amici su Facebook apprezzano molto il mio lavoro, perché non trovo nessuno che mi pubblichi?

Le 10 buone ragioni per smettere di fare l’illustratore
I contenuti completi sono disponibili online sul sito di FrizziFrizzi

Se hai letto questo decalogo con un briciolo di onestà e sei ancora lì, forse hai la stoffa per fare l’illustratore da professionista.
È un lavoro piacevole, che si può esercitare a diversi livelli, che ti riserverà molte soddisfazioni e molte delusioni, come ogni cosa.
Fai i tuoi progetti e cerca di venderli.
Cerca di essere puntuale nel lavoro come pretendi che gli altri siano con te.
Puoi fare illustrazione come professionista o per hobby.
In realtà una cosa non esclude l’altra.
Puoi farne la fonte del tuo reddito o integrarne i profitti con un altro lavoro o con i soldi che ti mandano i tuoi per mantenerti.
In ogni caso, quando prendi un impegno, ricordati di rispettarlo, perché dall’altra parte ci sono persone che condividono sogni, progetti, aspettative, investimenti e soldi, esattamente come te.

Davide Cali

Immagine: Davide Cali via Facebook

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *