Archive for giugno, 2012

Lavazza, Vergnano e Costadoro, le Torrefazioni Storiche di Torino

L’idea per questo post mi è venuta passando davanti al cantiere del futuro Museo Lavazza, previsto dal progetto del nuovo Centro direzionale che sorgerà nel quartiere Borgo Dora di Torino. L’azienda lascerà corso Novara per trasferirsi nell’area attualmente di proprietà dell’Enel, con obiettivi di crescita e miglioramento degli spazi operativi.

Mi ero interessata al filone industriale scrivendo di museimpresa e in questa occasione ho riscoperto le storiche torrefazioni torinesi di Lavazza, Vergnano e Costadoro.

Cito di seguito alcuni stralci di Piemonte fa rima con caffè, un bell’articolo scritto nel 2009 da Olga Piscitelli per Corriere.it

Nella regione delle nocciole e del Barolo la pianta del caffè affonda da secoli le sue radici. Bevanda liberal e illuminista, trova terreno fertile in casa Cavour. Al rigore sabaudo piace l’aroma che sa di Brasile e nuovi mondi. E all’ombra della Mole e della Lavazza (…) crescono aziende come Vergnano e Costadoro.

Il caffè è un piacere, se non è buono che piacere è? recitava un famoso spot che ha legato il volto di Nino Manfredi al marchio torinese.

Dalle macchine per il caffè al bar, all’idea del sottovuoto, alle moka, l’impronta piemontese è quasi un sigillo.

Gli esegeti del design, inoltre, leggono nella Cupola, la moka disegnata da Aldo Rossi per Alessi (altra azienda storica piemontese), lo studio che Antonelli propose per la copertura del duomo di Novara, preparatoria della Mole torinese.

Lavazza, Italy’s Favourite Coffee

Il sito web di Lavazza è ricchissimo di informazioni e materiali, compresi un archivio fotografico, pubblicitario e di design legati al prodotto. Mi è piaciuta particolarmente la sezione Mondo Lavazza, nella quale si raccontano passato, presente e futuro dell’azienda che da più di un secolo porta nel mondo la cultura dell’espresso italiano: una storia di passione e di intuizioni brillanti, come il concetto stesso di miscela.

San Tommaso 10 è il locale in cui tutto è cominciato, oggi locale raffinato dove immergersi nello spirito Lavazza.

Training Center Lavazza è il Centro di formazione e diffusione della cultura dell’espresso italiano nel mondo. Il suo obiettivo principale è la divulgazione dell’arte della preparazione del caffè.

Lavazza on YouTube

Casa del Caffè Vergnano

Azienda dalla lunga e prestigiosa storia, Caffè Vergnano viene fondata nel lontano 1882. Si tratta di una piccola drogheria a Chieri, cittadina ai piedi della collina torinese, avviata da Domenico Vergnano, nonno degli attuali proprietari dall’azienda.

Caffè Vergnano 1882 web site

Accademia Vergnano propone un corso completo per conoscere il mondo del caffè e le regole per ottenere un espresso perfetto.

Caffè Costadoro

Il Gruppo Costadoro, produttore di caffè tostato per il settore dei pubblici esercizi (HO.RE.CA), rappresenta oggi una delle più fiorenti realtà industriali del nord Italia. Nel 1890 il Commendator Oreste Beccuti apre, in via Pietro Micca, la torrefazione Costadoro, che diviene ben presto un punto di riferimento cittadino per tutti gli amanti del caffè di qualità a Torino.

Caffè Costadoro web site

Caffè Costadoro on YouTube

#CesenaticoBellaVita Blog Tour 2012

Storia e Tradizione in una Moderna Località Turistica

A Cesenatico le testimonianze storiche e della tradizione marinara vivono in sintonia con la realtà di una moderna località turistica.

Le antiche imbarcazioni a vela sono ormeggiate fianco a fianco con i moderni motopescherecci che ritmano con le loro uscite i tempi del Porto Canale disegnato da Leonardo.

La vecchia Pescheria, ancora attiva, è a pochi passi dalla Piazzetta delle Conserve dove il pesce veniva immagazzinato negli antichi e caratteristici pozzi scavati nel terreno sabbioso.

Cesenatico, nel suo centro storico, è un museo all’aperto, vivo e tutto da vedere, che può contare sull’offerta stabile e qualificata di una rete di istituti culturali: il Museo della Marineria, l’Antiquarium, Casa Moretti, il Teatro e la Biblioteca Comunale, oltre a luoghi storici suggestivi, come Piazza Pisacane con il monumento a Garibaldi, e il vicino parco archeologico con i ruderi della Rocca medievale.

Estr. Cesenatico – Musei e Monumenti

Quella che ho visitato il 9 e il 10 giugno scorsi è una meta turistica che si differenzia dai modelli di mare da scaffale rappresentati da altre città della Riviera, grazie ad una politica di valorizzazione storica e culturale che oggi è, insieme al mare e alle spiagge, uno dei motivi per tornare a Cesenatico.

Si deve a Giuseppe Ricci, sociologo della comunicazione, l’elaborazione della mappa semiotica che ha portato alla scelta del nuovo posizionamento di Cesenatico e all’individuazione dei quattro punti di forza della località: autenticità, family, gastronomia e sport Wellness.

Una trentina tra gli albergatori più noti e dinamici del territorio hanno fatto sistema sotto il marchio Cesenatico Bellavita, investendo su una campagna di comunicazione globale che superi quella fatta per una singola struttura. Autenticità, family, gastronomia e sport Wellness sono le quattro parole d’ordine che il consorzio si è dato per veicolare l’idea di un turismo consapevole, sia all’interno del distretto romagnolo che a livello locale.

#CesenaticoBellaVita Blog Tour 09 – 10 Giugno 2012

L’ispiratore del progetto è, come già detto, Giuseppe Ricci, che ha messo a disposizione la propria esperienza di albergatore, docente e consulente aziendale. Ed è stato proprio lui che, di persona, ha consegnato a ciascun partecipante il Blog Pack.

Sulla chiavetta USB brendizzata (ulteriore e gradito omaggio) ogni partecipante ha ricevuto il blocco completo dell’immagine coordinata, compresi presentazione, mission e gli scatti fotografici di Mattia Lumini, il project leader dello Studio Grafico YYKK che ha elaborato il lettering grafico e lo sviluppo del logo.

Sono stati due giorni intensissimi, in un rapido susseguirsi di presentazioni, incontri e saluti attraverso il Welcome Bloggers al Museo della Marineria, il Photo Walk lungo il Porto Canale leonardesco, l’aperitivo Offline e la cena sotto le stelle al Bagno Adriatico 62.

Ringrazio in modo particolare gli amici con i quali ho condiviso il blog tour Francesco Gavello @gavello, Giovanna Gallo @Gioska23, Davide Licordari @davidelico, Rudy Bandiera @RudyBandiera, Giovanni Cappellini @Quacos, Cul-in-Aria @Cul_in_Aria, Matteo Bellini @cuocopersonale, Matteo Bianx @MatteoBianx, Francesca Casadei @lafra, Enrico Bisetto @Enrico_sestyle, Damiano Bordignon @Damiano_sestyle, Riccardo Mares @Merlinox, Mattia Lumini @luminimattia e Giuseppe Ricci @PostaRicci

Musei d’Impresa in Piemonte | Quali, quanti e dove sono?

Che cosa sono i musei d’impresa?

Sono le aziende e gli enti che offrono una ricca panoramica della storia produttiva, culturale e progettuale del nostro Paese, raccontandola attraverso documenti tecnici, amministrativi e commerciali, materiali iconografici, prodotti e macchinari conservati e valorizzati all’interno degli archivi e dei musei.

In Piemonte queste realtà sono quasi una quarantina, comprese quelle associate a Museimpresa, l’associazione promossa a livello nazionale da Assolombarda e Confindustria sin dal 2001.

Ho creato questo elenco basandomi sulle ricadute economiche locali e/o sulla presenza di un marchio registrato. Se ne conosci altri, oppure pensi che i dati pubblicati non siano corretti, scrivimi!

Provincia di Alessandria

  • Il Museo del Cappello “Borsalino” ad Alessandria
  • Il Museo della Grappa e della Distilleria “Mazzetti” ad Altavilla Monferrato
  • Il Museo Aziendale “Sutter” a Borghetto di Borbera
  • Il Museo delle Macchine Agricole Roberto Giuseppe “Orsi” Carbone a Tortona

Provincia di Asti

  • Le cantine storiche della ditta “Giuseppe Contratto” S.p.A. a Canelli
  • Il Museo “Gancia” a Canelli
  • Il Museo della “Distilleria Bocchino” a Canelli
  • Sugar Packets Museum, il centro di documentazione aziendale Figli di Pinin Pero a Nizza Monferrato
  • Il Museo delle contadinerie e delle stampe sul vino “Bersano” a Nizza Monferraro

Provincia di Biella

  • La Collezione della Ditta “Birra Menabrea” S.p.A. a Biella
  • Il centro di documentazione dell’industria tessile biellese – Museo Fabbrica della Ruota, Ex “Lanifico Zignone” a Pray
  • Casa “Zegna” archivi e spazi espositivi a Trivero

Provincia di Cuneo

  • Il Museo Ferroviario a Cuneo
  • Il Museo “Ratti” dei vini di Alba a La Morra
  • Diageo Glass Collection a Santa vittoria d’Alba

Provincia di Novara

  • Il Museo del Rubinetto e della sua Tecnologia a San Maurizio d’Opaglio

Provincia di Torino

  • L’ecomuseo Sogno di Luce, la Lampadina di Alessandro Cruto ad Alpignano
  • L’ecomuseo “Dinamitificio Nobel” ad Avigliana
  • Il Museo Ferroviario “Feralp” a Bussoleno
  • Il Museo “Collezione Pinifarina” a Cambiano
  • Il Museo “Martini” di Storia dell’Enologia a Chieri
  • Archivio Storico “Olivetti” ad Ivrea
  • Il Museo “Silmax” dell’utensileria e macchine utensili a Lanzo Torinese
  • Il Museo della Fisarmonica Giovanni e Giuseppe “Verde” a Leinì
  • Il Museo del Design “Galliano Habitat” a None
  • L’ecomuseo dell’industria tessile a Perosa Argentina
  • Il Museo delle “Materie Plastiche Sandretto” a Pont Canavese
  • L’archivio dell’ecomuseo “Feltrificio Crumire” a Villar Pellice
  • Il Museo della Meccanica e del Cuscinetto a Villar Perosa

Città di Torino

  • L’Archivio Storico e Museo “Italgas”
  • L’Archivio Storico “Telecom Italia”
  • Il Centro Storico “Fiat”
  • La Collezione Storica “Lavazza”
  • Il MAUTO Museo dell’Automobile Carlo Biscaretti di Ruffia
  • Il Museo “Carpano”
  • Il Museo della Radio e della Televisione “Rai”

Provincia di Verbania

  • Il “Forum Omega” Fondazione Museo Arte e Industria ad Omega
  • Il Museo “Alessi” in Fraz. Crusinallo di Omegna

Argomenti collegati sono le Enoteche Regionali del Piemonte, gli ecomusei e l’archeologia industriale, ma ne parlerò in seguito.

Esplora il Museo Nazionale del Cinema di Torino con Vertical Dreams

Esplora il Museo Nazionale del Cinema di Torino con Vertical Dreams

Cantiere Mole Antonelliana 2011. Immagini di un Restauro a Torino

Cantiere Mole Antonelliana 2011. Immagini di un Restauro a Torino