Teoria del Colore: Contrasto di Chiaro e Scuro

L’evoluzione del colore nella pittura

Si parla di contrasto quando si avvertono differenze o intervalli evidenti tra due effetti cromatici posti a confronto, scriveva Johannes Itten nel suo Arte del Colore. Il contrasto tra chiaro e scuro consiste nel contrapporre colori che esprimono diversi valori di luminosità, sia relativi ai toni puri, sia alle mescolanze.

In questo post approfondiremo il contrasto di chiaro e scuro a partire dagli articoli pubblicati su Classroom_news, Avato, Le figure dei libri, Cultor College e Wikipedia.

Il contrasto di colori puri

Nel post “La teoria dei colori di Johannes Itten: contrasti di colore” il blog Classroom_news cita il testo Arte del Colore di Johannes Itten, edito in Italia da Il Saggiatore nel 1961.

In pittura, il bianco e nero rappresentano l’estremo punto di contrasto chiaroscurale. Il nero e bianco sono polari da ogni punto di vista, ma fra di essi si sviluppa la gamma di grigi e dei colori; vanno quindi studiati con la massima attenzione possibile i problemi chiaroscurali sia del bianco, del nero, del grigio, sia dei colori puri singoli e compositi, ricavandone norme essenziali per ogni lavoro creativo.

Esiste una straordinaria quantità di gradi chiaroscurali del grigio, i quali danno luogo ad una scala continua di toni dal bianco al nero. Una superficie grigia, unitaria e inerte, può accendersi di una vitalità misteriosa per opera di minime modulazioni dei suoi valori tonali.

Il grigio neutro è un colore negativo, privo di carattere, indifferente, ma assai influenzabile da contrasti di toni e di colori. E’ spento, ma è facile portarlo a splendide tonalità. Il grigio può risultare da una miscela di bianco e nero; di giallo, rosso, blu e bianco; o di qualsiasi coppia di complementari.

Il fotografo amatoriale Renato Avato sintetizza bene i concetti generali:

Il contrasto di chiaro-scuro è l’accostamento tra colori chiari e colori scuri, che si possono ulteriormente schiarire o scurire mescolando al colore del bianco o del nero.

Anna Castagnoli, sul blog Le figure dei libri – dentro intorno a margine a capo del libro illustrato, affronta “I segreti del colore” attraverso le quattro lezioni di Francesca Chessa.

Il contrasto di chiaro-scuro utilizza soprattutto la variabile della luminosità. Questo contrasto si ottiene accostando ad un colore x un colore y che noi percepiamo più chiaro o più scuro del primo (x). Si ottengono in questo modo immagini di forte impatto emozionale.

Il contrasto più energico è il contrasto ottenuto dalla coppia bianco-nero. Questo contrasto si può avere in modo netto, senza toni intermedi, oppure utilizzando qualche tono intermedio o ampliando la gamma dei grigi, e utilizzando tutti i toni intermedi tra il bianco e nero con grigi di luminosità differenti.

Il portale Cultor College dedica al contrasto tra chiaro e scuro una delle schede sull’evoluzione del colore nella pittura. In particolare si legge:

La xilografia, l’incisione su rame e l’acquaforte sono basate esclusivamente sul chiaroscuro. Con il tratteggio e la densità delle macchie, l’incisore può ottenere qualsiasi gradazione di chiaro e scuro.

Wikipedia non tratta quello di chiaro e scuro tra i contrasti di colore, descrivendolo invece come

Un effetto artistico di luce che consiste nel dare risalto alle immagini, tramite la definizione di luce ed ombre sulle superfici dipinte (chiaroscuro).

e declinandolo nel disegno, in pittura, in scultura e architettura:

Il chiaroscuro in senso stretto è quello legato all’arte grafica, ed è tecnicamente il passo successivo al disegno lineare.

In pittura il chiaroscuro è legato all’uso dei colori.

In architettura si parla di chiaroscuro quando il gioco di volumi pieni e volumi vuoti crea un effetto di variazione rispetto alla monotonia di una superficie piana

In scultura si parla di chiaroscuro quando il rilievo genera un contrasto tra luce ed ombra naturale, che può magari far stagliare le figure e far risaltare alcuni dettagli.

Immagine del post: rf_vector via Shutterstock

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *