Il Progetto Invasioni Digitali per la Cultura

Contribuisci anche tu a #liberarelacultura, aderisci al manifesto e partecipa alle #invasionidigitali!

Organizzate per la prima volta nell’aprile 2013 da Fabrizio Todisco in collaborazione con la Rete di Travel Blogger Italiani, Officina Turistica, Instagramers italia e Associazione Nazionale Piccoli Musei, le Invasioni Digitali offrono presso musei e luoghi d’arte italiani diversi mini-eventi rivolti a blogger, instagramers, appasionati di fotografia e persone attive sui social media.

L’obiettivo è quello di diffondere la cultura dell’utilizzo di internet e dei social network per la promozione e la diffusione del patrimonio culturale italiano.

La rivoluzione digitale in atto contribuisce allo svecchiamento delle istituzioni culturali e favorisce una concezione più aperta e diffusa del patrimonio culturale.

Nuove forme di socializzazione e di interazione con la domanda, rese possibili grazie alle nuove piattaforme digitali e sociali del web, incoraggiano la conoscenza e la partecipazione a livello educativo e creativo, aumentano e personalizzano l’appeal dell’offerta culturale, attivano nuovi meccanismi di condivisione e confronto nella produzione e fruizione della proposta culturale.

Per queste ragioni non si parla più tanto di pubblico, ma piuttosto di partecipanti all’offerta culturale.

Da questi presupposti è nato Invasioni Digitali, un progetto rivolto a diffondere la cultura digitale e l’utilizzo degli open data, formare e sensibilizzare le istituzioni all’utilizzo del web e dei social media per la realizzazione di progetti innovativi rivolti alla co-creazione di valore culturale e alla promozione e diffusione della cultura sessa.

Invasioni Digitali, come iniziare?

Prima di tutto è necessario diventare un Invasore Digitale e candidare il proprio evento attraverso il modulo di adesione. Il portale ufficiale di Invasioni Digitali offre strumenti, linee guida e suggerimenti utili per la pianificazione, il coinvolgimento e la promozione dell’invasione.

Invasioni Digitali, quale luogo scegliere?

Musei, luoghi d’arte, siti archeologici, centri storici, piazze o un qualsiasi altro luogo che abbia una storia da raccontare sono candidabili.

Invasioni Digitali, quando organizzare un’invasione?

Per partecipare all’edizione 2015 è necessario scegliere una data compresa tra il 24 aprile ed il 3 maggio e stabilire una fascia oraria per l’invasione.

Invasioni Digitali, perché aderire?

Il Manifesto presenta in 10 punti il credo di Invasioni Digitali. Tra le parole chiave troviamo termini quali comunicazione, condivisione, confronto, conoscenza, creazione, diffusione, digitalizzazione, divulgazione, ispirazione, libertà, miglioramento, multimedialità, opportunità, partecipazione, scambio, semplificazione, trasformazione e valorizzazione.

Maggiori informazioni sono disponibili qui.

Tag:,

Trackbacks for this post

  1. Happy holidays

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *