Dreams of Dalí: a Virtual Reality Experience

Esplorare il Mondo di Salvador Dalì con la Realtà Virtuale

I surrendered myself to a brief fantasy during which I imagined sculptures
of the two figures in millet’s ‘angelus’ carved out of the highest rocks ..”

Salvador Dalì

Tra il 1933 e il 1935 Salvador Dalí ha lavorato ad un dipinto intitolato Reminiscenza archeologica de L’Angelus di Jean-François Millet. Un’interpretazione surreale nata dalla sua fascinazione per una riproduzione del dipinto di Millet appesa ad una parete della sua scuola elementare.

Nel dipinto di Dalì – qui sopra in versione digitale – i contadini di Millet si trasformano in antiche e gigantesche rovine scultoree al centro di un paesaggio arido illuminata dalla luna.

Dreams of Dalí: a virtual reality experience

Ora il visitatore, tramite un visore per la realtà virtuale, potrà volare attorno a queste due figure e vederle da più angolazioni semplicemente direzionando lo sguardo. Sentirà la voce di Dalì che parla in spagnolo e, in sottofondo, una delicata versione di Where is my mind dei Pixies rifatta al piano.

In più, promettono gli sviluppatori, al fine di rendere l’esperienza ancora più immersiva, tutta una nuova serie di “easter eggs” non presenti nel quadro originale.

Chi non potesse visitare di persona il Dalì Museum di St. Petersburg in Florida potrà comunque sperimentare Dreams of Dalí con Google Cardboard, tramite l’applicazione YouTube – qui sotto il link diretto – e con l’ultima versione di Google Chrome.

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *