Studiare Disegno dopo le Scuole Medie o Superiori

Quello del disegnatore è il lavoro svolto da chi realizza disegni professionalmente. Può trattarsi di disegni tecnici oppure artistici, come nel caso di caricaturisti, illustratori e fumettisti.

Il post di oggi è dedicato a chi intende dedicarsi allo studio del disegno per farne una professione. Inizieremo con le opportunità offerte dopo la scuola media, passando poi all’alta formazione artistica pubblica e privata, concludendo con alcuni corsi specifici, base e avanzati.

Studiare disegno dopo la scuola media

Oggi, nel nostro Paese, la formazione secondaria di secondo grado per disegnatori comprende licei artistici, istituti tecnici tecnologici e istituti professionali.

Il liceo artistico prevede un percorso comune nel primo biennio e sei percorsi a scelta negli anni rimanenti, orientati verso i temi artistici, sotto un profilo teorico storico e pratico. Tra le materie prevede disegno, scultura, decorazione, grafica, design, audiovisivi ed elementi di architettura.

L’istituto tecnico tecnologico conta nove indirizzi derivati dal precedente ordinamento. Tratta, generalmente, di tecnologia, informatica, elettronica, industria, biotecnologia, costruzioni, geotecnica e settore tessile.

L’istituto professionale offre una formazione meno generica e più specializzata, per facilitare l’accesso diretto dello studente al mercato del lavoro. Con la riforma Gelmini sono stati creati due macro-settori. Il settore industria e artigianato in particolare, articolazione artigianato, prevede l’insegnamento di Tecnologie e tecniche di rappresentazione grafica, Tecnologia dell’informazione e della comunicazione, Progettazione e realizzazione del prodotto, Tecniche di distribuzione e marketing.

Studiare disegno dopo la scuola superiore

Rispetto all’istruzione superiore, parliamo invece di alta formazione artistica, fornita dalle Accademie di belle arti e dagli Istituti Superiori per le Industrie Artistiche (ISIA).

In Italia, l’Accademia di belle arti è parte del comparto universitario dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica (AFAM), dedicato all’arte visiva, all’arte applicata e alla storia dell’arte.

L’Istituto Superiore per le Industrie Artistiche (abbreviato con l’acronimo ISIA) è un’istituzione di alta cultura pubblica dedicata al disegno industriale, a numero chiuso, presente a Roma, Firenze, Pescara, Pordenone, Faenza e Urbino facente parte del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, ed inserito nel comparto AFAM.

Anche l’offerta formativa di alcuni istituti privati nazionali o internazionali prevede il conseguimento di una laurea triennale o di un diploma accademico di primo livello, in design, arti visive e applicate.

Ecco qualche esempio:

Diplomi Accademici di Primo Livello | Istituto Pantheon Design & Technology a Roma
Alta Formazione Artistica | ABA Accademia di Belle Arti Bologna
Corsi di Laurea Triennali | UAR University of the Arts Rome
Scuole, Corsi e Professioni Creative | IED Istituto Europeo di Design
Offerta Formativa | Accademia di Belle Arti di Sanremo
Corsi | Scuola Internazionale di Comics
Corsi professionali, tradizionali e personalizzati | Accademia Pictor a Torino
Ars in Fabula | Scuola di illustrazione a Macerata

Corsi base, avanzati e masterclass per disegnatori

Cito in ultimo l’opportunità di entrare in contatto e di studiare per brevi periodi con disegnatori professionisti. Scelta alternativa, oppure integrativa, a quanto detto fino ad ora, questo approccio è tipico della tradizione storico-artistica del nostro Paese.

Ecco qualche esempio:

Scuola Internazionale d’Illustrazione | Sàrmede – Treviso
Le figure dei libri | Corsi teorici e di illustrazione
IMAGOblu | Corsi di illustrazione, pittura, fumetto, disegno a Bologna
ArteM Associazione Culturale | Formazione Artistica e Professionale a Pesaro
Artelier progetti d’arte e cultura | Corsi arti visive a Padova

Immagine: abstract fantasy bull sketch via AnimalHi.com

Tag:,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *