Stage di qualità, apprendimento efficace e futuro inserimento lavorativo nella Cultura

Come orientarsi dopo alta formazione e master

Un paio d’anni fa, quando ho ricevuto questa email, Cristina B. stava seguendo il Corso di Perfezionamento per Responsabile di Progetti Culturali CRPC presso la Fondazione Fitzcarraldo.

In accordo con lei e con qualche opportuno aggiornamento al testo, ho pensato che “le dritte” condivise allora sul come riuscire a trovare e scegliere un tirocinio o uno stage nella cultura possano ancora essere utili ad altre persone che stanno seguendo un analogo percorso formativo.

Tu come avresti risposto?

Oggetto: info stage

Ciao cara, eccomi qui .. in realtà non so di preciso cosa chiederti, piuttosto se mi volevi dare alcune “dritte” o consigli dato che ci lavori dentro e conosci meglio le dinamiche .. Come ti ho detto, a fine CRPC volevo capire dove in caso mi convenisse fare uno stage a Torino .. tu mi “inciteresti” a farlo in un posto come il tuo (n.d.r. in una Pubblica Amministrazione)? E quale particolare settore della cultura è gestito meglio (intendo anche come approccio tipo Fondazione Fitzcarraldo)? Vorrei capire se ne vale la pena in termini di qualità e di apprendimento efficace! E in termini molto utopici di futuro inserimento lavorativo? Io verrei da Lecce apposta, e per me sarebbe un piccolo investimento sotto tutti i punti di vista .. quindi, in questo periodo tragico, vorrei trovare un posto serio dove almeno ci sia un minimo di possibilità per un post inserimento lavorativo .. minimo, non di più! Pensi che mi convenga?

Ti ringrazio tanto e ti mando un abbraccio.
Cristina B.

Oggetto: Re: info stage

Ciao Cristina, oggi mi ritaglio il tempo necessario per risponderti.

Io lavoro alla Direzione Valorizzazione e promozione del Patrimonio culturale della Regione Piemonte su questa pagina trovi tutti i Settori coinvolti.

Come vedrai, gli ambiti per uno stage spaziano dall’acquisizione dei beni culturali agli archivi, dai beni archeologici, architettonici e storico artistici alle biblioteche, dalla catalogazione dei musei e del patrimonio culturale ai musei veri e propri, tra i quali il Museo Regionale di Scienze Naturali, dall’editoria alla promozione del libro e della letteratura, fino alle società di mutuo soccorso.

Se però stai cercando un tirocinio presso un ente che lavora analogamente alla Fondazione Fitzcarraldo (n.d.r. ricerca, consulenza, formazione, documentazione, nuovi media, progetti speciali ..), la pubblica amministrazione potrebbe non rivelarsi la scelta migliore (specie nell’ottica di un inserimento lavorativo formalizzato e nel breve periodo).

Gli enti pubblici locali, a partire dal Ministero fino ai Comuni, sono spesso troppo imponenti (amministrativamente) per risultare competitivi. La fortuna potrebbe essere quella di svolgere uno stage in un settore o in una direzione in forte sviluppo innovativo e culturale .. purtroppo per noi, oggi, nel pubblico si investe molto di più altrove.

Università e Politecnico di Torino propongono regolarmente stage e tirocini sulle tematiche trattate dai settori regionali: generalmente e in virtù delle convenzioni già in atto tra gli enti, si stabilisce un periodo di collaborazione in sede con un supervisore, finalizzato alla redazione di una tesina. I temi possono spaziare dagli standard di qualità nei musei piemontesi alla ricerca sugli interventi di recupero, restauro e allestimento, da quella sulla valorizzazione dei musei e del patrimonio culturale ai sistemi informativi museali, dalla comunicazione alla ricerca e conservazione delle collezioni, dalla museologia e didattica all’informazione e documentazione di una biblioteca.

Potrebbe anche interessarti un tirocinio presso le fondazioni, bancarie e non, che per definizione hanno capitali da investire. Ti segnalo anche altri enti, che ho contattato da poco per altri motivi, che svolgono attività riconducibili a quella della Fondazione Fitzcarraldo:

Penso inoltre che le singole realtà museali potrebbero essere una buona scelta per uno stage, visto il tuo progetto CRPC. Qui trovi l’elenco dei musei piemontesi più grandi, suddivisi per provincia.

Pur non conoscendo direttamente tutti i referenti, ti segnalo alcuni soggetti culturali, tra i quali associazioni e fondazioni, con cui ho avuto contatti nel tempo e che potrebbero essere interessanti per un tirocinio:

Comunque sia, non è detto che tu debba fare delle scelte definitive sin da subito. Penso che partire da due o tre punti fermi sia già un buon inizio, per raffinare la ricerca del tuo stage.

In bocca al lupo! 🙂

Tag:,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *