Google Art Project | Che Cos’è?

E’ il nuovo prodotto gratuito sviluppato da Google per esplorare i musei di tutto il mondo, trovare e consultare più di mille opere d’arte on-line a incredibili livelli di zoom, creare e condividere la tua collezione di capolavori.

Una collaborazione unica con alcuni dei musei più celebri al mondo:

Alte Nationalgalerie, Berlino Germania
Freer Gallery of Art, Smithsonian, Washington DC USA
The Frick Collection, New York USA
Gemäldegalerie, Berlino Germania
The Metropolitan Museum of Art, New York USA
MoMA, the Museum of Modern Art, New York USA
Museo Reina Sofia, Madrid Spagna
Museo Thyssen – Bornemisza, Madrid Spagna
Museum Kampa, Praga – Repubblica Ceca
National Gallery, Londra UK
Reggia di Versailles Francia
Rijksmuseum, Amsterdam Olanda
The State Hermitage Museum, San Pietroburgo – Russia
State Tretyakov Gallery, Mosca – Russia
Tate Britain, Londra UK
Galleria degli Uffizi, Firenze – Italia
Van Gogh Museum, Amsterdam Olanda

Esplora i musei con la tecnologia Street View percorrendone le gallerie, navigando attraverso le planimetrie interattive e selezionando le opere d’arte che ti interessano di più.

Con Artwork View scoprirai opere d’arte ad alta risoluzione e sarai in grado di ingrandire i dipinti utilizzando il visualizzatore personalizzato. Ampliando il pannello info potrai saperne di più su un’opera d’arte, trovarne altre dello stesso artista e guardare video correlati su YouTube.

Create an Artwork Collection ti consentirà di salvare viste specifiche di una qualsiasi opera d’arte e costruire la tua collezione personale, condividerla con i tuoi contatti e commentare ogni quadro.

Come iniziare

E’ sufficiente selezionare un museo dall’elenco presente in homepage e scegliere tra Explore the Museum e View Artwork. Una volta entrato nel sito principale utilizza i menu a discesa o la barra laterale per navigare tra le opere d’arte e i musei. A questo punto puoi creare e condividere le tue collezioni on-line.

Ogni museo ha scelto autonomamente il numero di gallerie, di opere d’arte e le informazioni da inserire, sulla base di motivi specifici.

Per alcuni dipinti o caratteristiche acquisite con Street View è stato richiesto l’offuscamento dai musei stessi, per ragioni attinenti ai diritti d’autore.

Le immagini ad alta risoluzione delle opere d’arte presenti sul sito Art Project sono di proprietà dei musei e protette dalle leggi sul copyright in tutto il mondo. Le immagini di Street View appartengono a Google.

Tutte le immagini sono fornite al solo scopo di consentire l’utilizzo e la fruizione del sito del progetto artistico, con le modalità consentite dai Termini e condizioni di servizio di Google. I normale termini di servizio di Google si applicano all’utilizzo del sito.

Estr. Visitor Guide www.googleartproject.com/c/faq

Che Cos’è un Museo?

Il termine museo deriva dal greco antico mouseion, luogo sacro alle Muse, figlie di Zeus e protettrici delle arti e delle scienze. Il museo è una raccolta pubblica o privata, di oggetti relativi ad uno o più settori della cultura, della scienza e della tecnica. Continua a leggere

Alberi Monumentali In Piemonte

Il tema degli alberi monumentali è particolarmente affascinante, di preciso rilievo per la storia del nostro territorio e del paesaggio che lo definisce.
Estr. Alberi Monumentali, Collezione Regione Piemonte

La Regione, che per dovere costituzionale è impegnata nella tutela e salvaguardia del paesaggio, ha evidenziato il valore degli alberi richiamando l’attenzione di Enti e collettività con l’attuazione della legge regionale n. 50 del 3 aprile 1995.

Quando un albero si può dire monumentale?

Secondo la Legge per la tutela e la valorizzazione degli alberi di alto pregio naturalistico e storico sono monumentali:

  1. Alberi che per età o dimensioni possono essere considerati come rari esempi di maestosità o longevità
  2. Alberi che hanno un preciso riferimento ad eventi o memorie rilevanti dal punto di vista storico o culturale
  3. Alberate di particolare pregio paesaggistico, monumentale, storico-culturale, ivi comprese quelle inserite nei centri urbani

Singoli cittadini, Organi e Enti pubblici o Associazioni sono invitati a segnalare l’esistenza di esemplari che potrebbero essere definiti monumentali.

Il calendario 2010 realizzato dalla Regione Piemonte era dedicato a 14 esemplari presenti sul territorio:

l’introduzione mostrava le SEQUOIE del Parco della Burcina a Pollone (BI), tra le più grandi d’Italia con una circonferenza di 6m e un’altezza di 46m, e le SEQUOIE giganti di Roccavione (CN), alte 40m e con una circonferenza di 13.30m.

Il retro presentava una cartina riepilogativa e le miniature dei singoli soggetti:

il TIGLIO a grandi foglie di Macugnaga (VB) vecchio di quasi 500 anni (gennaio);

il PINO STROBO di Chiusa Pesio (CN) che raggiunge i 45m di altezza, ha un’età di 350 anni (febbraio);

il PLATANO di Alessandria (AL), detto di Napoleone, è ampio oltre 30m (marzo), invece quello in frazione Ova di Tortona (AL) con i suoi 35m è uno dei più alti d’Italia (aprile);

la ZELCOVA di Racconigi (CN) è la più alta del Piemonte con 35m di altezza e 200 anni di età (maggio);

i LIQUIDAMBAR di Vercelli (VC) raggiungono rispettivamente i 20m e i 28m di altezza (giugno);

la FARNIA del Castello di San Salvà a Santena (TO) è un esemplare di 28m di altezza, 6.30m di circonferenza e 250 anni di età (luglio);

il CEDRO dell’Himalaya di Stresa (VB) sfiora i 40m di altezza e i 7.30m di circonferenza (agosto); il CEDRO dell’Atlante di Montalenghe (TO) è alto 36m, ha una circonferenza di 13m e un’età di olte 300 anni (dicembre);

l’OLMO di Bergemolo a Demonte (CN) è prossimo ai 400 anni e ai 35m di altezza (settembre);

l’IPPOCASTANO di Dogliani (CN) è un esemplare di notevole bellezza, alto 26m (ottobre);

il GINKGO BILOBA di Casalbeltrame (NO) arriva a toccare i 25m di altezza (novembre).

Approfondimenti

Alberi Monumentali galleria di immagini su Flickr

Alberi Monumentali pubblicazione in pdf

Elenco di tutti gli esemplari censiti in Piemonte

Standard Di Qualità Nei Musei Piemontesi

Accreditamento, gruppi tematici e attività sperimentali

Il 2010 è stato un anno di grande lavoro per gli Standard museali: per restituire i risultati e anticipare le novità in arrivo dal 2011, torna puntuale a inizio dicembre la conferenza sugli Standard promossa dalla Regione Piemonte e organizzata in collaborazione con Fondazione Fitzcarraldo.

Standard di qualità nei musei piemontesi: accreditamento, gruppi tematici e attività sperimentali
I contenuti completi sono disponibili online sul sito del Centro Risorse Beni Culturali