Il social network giusto per comunicare il tuo Personal Brand

Nel 2010 Luigi Centenaro pubblicava uno dei primi libri italiani dedicati al Personal Branding. Quel volume raccontava come gestire la propria immagine e proteggere la propria reputazione con i blog, le reti sociali e gli altri strumenti del web 2.0 (oltre a Twitter, Facebook e LinkedIn, venivano citati altri servizi che oggi sono usciti dalla nostra quotidianità). Cos’è cambiato da allora?

In questo post ho raccolto i contenuti, redatti da decine di professionisti e aziende, che potranno guidarti nella definizione di una strategia di Personal Branding con YouTube, Facebook, Instagram, Twitter, LinkedIn, Pinterest e TikTok. Continua a leggere

Personal Branding per Principianti

Il tuo Personal Brand è la ragione per la quale clienti, partner o datori di lavoro decidono di scegliere te anziché i tuoi concorrenti.

Il Personal Branding è un processo di differenziazione, preciso e opportunamente strutturato, che ti permette di chiarire e identificare quella ragione, comunicarla e farla crescere il più possibile nella mente dei tuoi interlocutori.

In questo post ho raccolto contenuti, redatti da decine di professionisti e aziende, che potranno guidarti nella definizione di una strategia, nell’analisi delle componenti del processo di gestione del marchio, fino al rebranding. Continua a leggere

Ecco perché Facebook è uno strumento utile per fare Personal Branding

Facebook è il social network più utilizzato al mondo, con oltre un miliardo di iscritti. È un servizio web gratuito che ti permette di metterti in contatto con i tuoi amici vicini e lontani e aprire nuove relazioni. In questo post capiremo insieme perché si tratta di uno strumento utile anche per la tua attività di Branding. Continua a leggere

Principi base di Personal Branding: qual’è il tuo tone of voice?

Se vuoi diventare un Brand, come dicevamo nel post precedente di questa serie, devi essere sempre focalizzato su quello che fai per alimentare il tuo valore, ciò che ti rende orgoglioso e, soprattutto, quello di cui puoi prenderti spudoratamente il merito.

Ripartiamo da un cliché, suggerito da Tom Peters sulla rivista Fast Company nell’ormai lontano 1997, ovvero “don’t sell the steak, sell the sizzle”. Non vendere la bistecca, vendi lo sfrigolio. Indipendentemente da quanto sia forte e strutturato il tuo set di competenze, dovrai fare branding con clienti, colleghi e la tua rete virtuale di partner. Continua a leggere

Ecco perché Google My Business è uno strumento utile per fare Personal Branding

My Business è lo strumento gratuito di Google che permette al tuo profilo aziendale di essere visualizzato nel momento esatto in cui gli utenti cercano la tua attività o attività simili alla tua su Ricerca Google e Google Maps.

In questo post capiremo insieme perché si tratta di uno strumento utile anche per la tua attività di Personal Branding. Continua a leggere