Vincent van Gogh, Pensieri e Aforismi

Acquistato a Torino durante la mia visita alla mostra Van Gogh Alive, il titolo del post si riferisce al libro, un supporto alla visita che raccoglie gli aforismi e i pensieri di Vincent van Gogh proiettati durante l’esperienza. Ho selezionato di seguito quelli che trattano i temi del disegno, della pittura e del colore.

Esagera nell’essenziale e lascia vago l’ovvio.

Non è facile dipingere se stessi. Secondo me, questo è il vantaggio che l’Impressionismo ha sulle altre cose; non è banale e cerca una somiglianza più profonda rispetto alla fotografia.

A volte penso che non ci sia nulla di più bello che disegnare.

Il dovere di ogni pittore e di cercare di mettere un’idea nel proprio lavoro.

L’arte necessita di osservazione costante.

Impazzisco per due colori; il carminio e il cobalto. Il cobalto è un colore divino e non c’è nulla di più bello per creare atmosfera.

Non si può essere al polo e all’equatore allo stesso tempo. Devi scegliere la tua linea, come lo spero anche io, e probabilmente sarà il colore.

Quanto è bello il giallo! Rappresenta il sole.

Il pittore del futuro userà il colore in una maniera che non ha precedenti.

Ci sono dei colori che fanno brillare l’un l’altro reciprocamente e che formano una coppia che si completa a vicenda.

Ho cercato di esprimere attraverso il rosso e il verde le passioni terribili dell’umanità.

L’obiettivo della mia vita è fare quadri e disegni meglio e quanto più posso; poi alla fine, guardandomi indietro, con un tenero rimpianto penserò a quello che avrei potuto fare!

Non c’è blu senza giallo e senza arancio.

Immagini: enrsign via Instagram | Vincent van Gogh, Cottages with a woman working in the foreground | Vincent van Gogh, Laboratorio di carpentiere e lavanderia | Vincent van Gogh, Notte stellata sul Rodano – Pubblico dominio | Vincent van Gogh, Vaso con iris – Pubblico dominio

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *