Il Personal Branding è tutto

La buona notizia, scriveva Tom Peters alla fine degli anni Novanta, è che tutti hanno la possibilità di emergere. Ognuno ha la possibilità di imparare, migliorare e sviluppare le proprie abilità.

Ognuno ha la possibilità di diventare un Brand degno di nota.

Tom Peters, uno dei maggiori esperti di top management della nostra epoca, è autore di alcuni dei best-seller che hanno segnato la storia del pensiero manageriale.

It’s this simple: You are a brand. You are in charge of your brand. There is no single path to success. And there is no one right way to create the brand called You. Except this: Start today.

È così semplice: sei una marca. Sei responsabile della tua marca. Non esiste un unico percorso per il successo. E non esiste un modo giusto per creare il tuo personal branding. Eccetto questo: inizia oggi.

Le grandi aziende sono state le prime a comprendere questo principio fondamentale. I Brand sono tutto, e oggi tutti i tipi di produttori stanno scoprendo come superare i limiti dell’essere un marchio per trasformarsi in una marca.

Chi altro? Chiunque abbia una presenza in rete. In effetti, il branding si applica al web in modo più diretto di qualsiasi altro prodotto mai commercializzato. Dal momento che chiunque può avere un sito web, la questione è decidere quali siti vale la pena visitare più di una volta.

La risposta è fare branding. I siti su cui torni sono i siti di cui ti fidi. Sono quelli in cui il marchio (aziendale o personale che sia) ti dice che la visita meriterà il tuo tempo. Il Brand è la promessa del valore che riceverai.

Lo stesso vale per le email. Come decidi quali messaggi leggere per primi, come o quando rispondere e se cestinarli? La risposta è fare personal branding. Il nome del mittente dell’email ha lo stesso valore di una marca, come il sito web che visiti. Il personal branding è la promessa del valore che riceverai per il tempo che dedichi a leggere il messaggio.

Tra le aziende leader di mercato, nessuna capisce il branding meglio di quelle che offrono servizi professionali. Per anni McKinsey e Arthur Andersen sono state il modello delle nuove regole di marca a livello aziendale e personale. Ancora oggi, quasi tutte le maggiori aziende di servizi professionali lavorano con lo stesso modello di business. Hanno spese contenute. Mettono in campo squadre composte da persone intelligenti, motivate e di talento. Ottengono entrate enormi e profitti sbalorditivi.

E hanno anche una chiara cultura del lavoro e della vita. Sei assunto, ti rapporti al lavoro, ti unisci a un team e inizi immediatamente a capire come fornire valore al cliente. Lungo la strada impari cose, sviluppi le tue abilità, affini le tue abilità, passi da un progetto all’altro. E se sei davvero smart, capisci come distinguerti da tutte le altre persone molto intelligenti che vanno in giro con completi costosi, laptop potenti e curriculum ben rifiniti. Lungo la strada capisci che cosa ti serve per ottenere un ruolo distintivo: creare un messaggio e una strategia per promuovere il tuo Brand personale.

Immagine: WAYHOME studio via Shutterstock

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *