Personal Branding per Principianti

Il tuo Personal Brand è la ragione per la quale clienti, partner o datori di lavoro decidono di scegliere te anziché i tuoi concorrenti.

Il Personal Branding è un processo di differenziazione, preciso e opportunamente strutturato, che ti permette di chiarire e identificare quella ragione, comunicarla e farla crescere il più possibile nella mente dei tuoi interlocutori.

In questo post ho raccolto contenuti, redatti da decine di professionisti e aziende, che potranno guidarti nella definizione di una strategia, nell’analisi delle componenti del processo di gestione del marchio, fino al rebranding.

Se tuttavia ti servisse supporto, contattami tramite questa pagina e valuteremo insieme un percorso di affiancamento o di consulenza personalizzati.

Definizione di Personal Branding

Il primo passaggio utile per comprendere il Personal Branding è definirlo.

Come scoprirai di seguito, si tratta del processo attraverso il quale una persona individua una caratteristica precisa, un concetto che inequivocabilmente la distingue dai concorrenti, arrivando a creare la propria marca personale.

L’obiettivo è posizionare nella mente dell’utente il brand (o il nome del professionista) tramite tecniche proprie del marketing.

Personal Branding – la definizione di Wikipedia, l’enciclopedia libera

Personal Branding – la definizione del primo sito italiano interamente dedicato a questo tema. Di proprietà dell’azienda BigName srl e fondato da Luigi Centenaro nel 2008, ospita autori ed esperti sul tema della promozione personale, anche online.

Strategia di Personal Branding

Senza una strategia di branding rimarrai solo un bravo professionista.

Fare Personal Branding significa definire una strategia che valorizzi i tuoi punti di forza, identifichi quello che ti differenzia dai concorrenti e ti permetta di comunicare efficacemente il prodotto o il servizio che offri.

In questa sezione troverai tanti suggerimenti per realizzarla e un approfondimento per ogni singolo elemento che ne compone il processo.

1. Determina i tuoi Obiettivi

Prima di passare alla fase operativa è opportuno determinare degli obiettivi, siano essi personali o professionali. Nel project management e nella pianificazione in generale gli obiettivi di un progetto definiscono i risultati da raggiungere: domandati perché vuoi fare Personal Branding e che cosa vuoi ottenere.

Puoi approfondire maggiormente l’elemento più avanti, nella sezione Brand Management – Personal Brand Identity – 4. La tua Vision e la tua Mission.

2. Costruisci Clienti Target e Buyer Personas

Il primo passo per costruire la tua Brand Strategy è definire il pubblico che intendi influenzare. Per farlo, devi costruire clienti target e buyer personas.

Che cosa sono? In Economia, il targeting è una scelta strategica che attiene all’individuazione, a seguito della segmentazione, del gruppo di consumatori da servire tramite un’offerta ad hoc. Buyer persona è invece un termine usato nel marketing per identificare e comprendere il cliente tipo nelle sue caratteristiche personali, oltre che socio-demografiche.

3. Elenca le tue Competenze

Le competenze professionali sono abilità specifiche acquisite in un determinato ambito lavorativo. In genere, necessitano di corsi di formazione o di scuole ad hoc strettamente correlate al mestiere in questione.

Nella definizione della tua Brand Strategy devi elencare quelle rilevanti per il tuo pubblico: sono competenze interpersonali, comunicative o tecniche? Trasferibili, tecnico-professionali o adattive?

Trova una definizione anche per quelle che ancora non ce l’hanno.

4. Presenta la tua Identità

L’identità è un insieme di caratteristiche che rendono l’individuo unico e inconfondibile. Tra queste, alcune serviranno a definire il modo in cui la tua marca si rapporta al tuo pubblico, attraverso il carattere, lo stile e il tono di voce.

Sapere cosa ti rende speciale è parte di una buona strategia di Personal Branding.

Puoi approfondire maggiormente l’elemento più avanti, nella sezione Brand Management – Personal Brand Identity – 2. La tua Brand Personality.

5. Dimostra la tua Credibilità

La credibilità è la capacità che una persona ha di ispirare fiducia, di ottenere credito e riconoscimento. Lo stesso vale per un prodotto o un brand. E ricorda: il rapporto tra due persone funziona davvero se alla base c’è fiducia.

Nel Personal Branding quello che ti fa apparire credibile agli occhi del pubblico potrebbero essere i risultati professionali che hai ottenuto, le referenze di persone rilevanti, le certificazioni, oppure i numeri sui social media.

Tutto dipende dalla tua nicchia.

6. Descrivi la tua Professione

Come professionista svolgi una determinata attività lavorativa, che presuppone una certa preparazione, esperienza e percorso di studi.

Descrivila, insieme al modo in cui la eserciti. Istat e i portali professionali hanno organizzato le professioni in raggruppamenti, ma spetta a te raccontare quello che fai in modo davvero esauriente.

7. Dichiara la tua Promessa

Una promessa è un impegno da parte di qualcuno a fare o non fare qualcosa.

Nel Personal Branding si parla di Brand Promise, cioè dell’esperienza o dell’insieme di valori che i clienti si aspettano di ricevere ogni volta che interagiscono con la marca. Tu che cosa prometti al tuo pubblico?

Più avanti troverai uno specifico approfondimento, nella sezione Brand Management – Personal Brand Identity – 5. La tua Brand Value Proposition.

8. Definisci il tuo Posizionamento

Il posizionamento rappresenta la posizione che il Brand occupa nella mente del potenziale consumatore. Guida tutto il processo di marketing, inclusa la strategia. Si tratta di un processo di analisi, articolato in fasi successive: in questa devi definire quale singolo aspetto enfatizzare per farti scegliere dal tuo pubblico.

Puoi approfondire maggiormente l’elemento più avanti, nella sezione Brand Management – Personal Brand Positioning.

9. Struttura la tua Comunicazione

La comunicazione riguarda l’ambito quotidiano, quello pubblicitario e quello delle pubbliche relazioni. Nel Personal Branding si tratta di visibilità: se il tuo pubblico non ti conosce, di fatto non sei sul mercato.

Questo elemento prevede l’analisi della tua immagine personale, della tua identità visiva e verbale, dei tuoi contenuti scritti e della tua presenza pubblica, on e offline.

Puoi approfondire maggiormente l’elemento più avanti, nella sezione Brand Management – Personal Brand Identity.

10. Studia i tuoi Concorrenti

La concorrenza, in economia, è una condizione nella quale più imprese competono sullo stesso mercato, producendo i medesimi beni o servizi.

Nella tua strategia di Personal Branding devi chiederti: con quali persone, servizi o prodotti mi confronta il mio pubblico?

11. Analizza i tuoi Risultati

Quali risultati ottieni facendo Personal Branding? Il risultato è ciò che ti aspetto al termine della tua operazione: indica se e quanto la tua strategia ti aiuta a raggiungere gli obiettivi che hai fissato all’inizio del percorso.

12. Quantifica i tuoi Investimenti

Nella strategia di Personal Branding gli investimenti riguardano attività, iniziative e risorse di cui hai bisogno per avere successo. Quantifica con precisione le tue spese e, se necessario, reindirizza le tue risorse.

Investimento – la definizione di Wikipedia, l’enciclopedia libera

Definizione di Brand Management

Approfonditi tutti gli elementi della strategia di Personal Branding e arrivati a questo punto, passiamo a parlare della gestione del tuo marchio personale.

Come vedrai, il branding o Brand Management è il processo attraverso il quale imprese e professionisti differenziano la propria offerta dai concorrenti, utilizzando nomi o simboli distintivi. La sua principale finalità è quella di promuovere la Brand Image e incentivare la fedeltà degli utenti.

Il processo di gestione del marchio è caratterizzato da diverse componenti: dall’identità visiva alle attività di tipo comunicativo; dall’analisi della percezione da parte di clienti, partner o datori di lavoro, al posizionamento della marca rispetto alla concorrenza; dalla fedeltà dei consumatori alla valorizzazione del Brand.

Dopo la definizione generale troverai gli approfondimenti per ciascuna componente.

Gestione del marchio – la definizione di Wikipedia, l’enciclopedia libera

Definizione di Branding su Glossario Marketing

Definizione di Branding su Inside Marketing

Personal Brand Identity

La Brand identity o identità di marca è un concetto proprio del marketing e costituisce una delle componenti del processo di gestione del marchio.

Rappresenta sia l’insieme degli elementi di riconoscimento che agevolano il consumatore nell’identificazione del Brand, che il complesso dei valori imprenditoriali intangibili che contraddistinguono la marca fin dalla nascita e ne determinano l’evoluzione futura. Abbiamo affrontato parte di questo argomento più in alto, nella sezione Personal Branding – 9. Struttura la tua Comunicazione.

Nel Personal Branding parliamo degli stessi elementi ereditati dal contesto aziendale, adattandoli alle persone. Vediamo insieme quali sono.

1. Il tuo Naming

Il primo elemento che compone una Brand Identity è il naming o denominazione.

Posto che nel Personal Branding il naming corrisponde in genere al tuo nome e cognome, potresti, per qualche ragione, decidere di usarne uno diverso.

Ecco allora la definizione di naming e qualche altro consiglio per scegliere quello più adatto alla tua strategia di branding.

2. Il tuo Slogan

Uno slogan, o motto, è una frase breve, sintetica e di impatto, che punta ad essere memorizzata facilmente. In genere viene creata a fini pubblicitari o di propaganda politica. Chiamato anche claim, riassume in modo istantaneo la promessa di una marca, di un prodotto o di un’azienda.

Nella strategia di Personal Branding è uno degli elementi che contribuiscono al posizionamento, alla differenziazione e alla memorabilità della tua offerta.

3. La tua Visual Identity

L’identità visiva di un brand è quell’insieme di elementi creativi che al tempo stesso lo rendono riconoscibile e ne veicolano i valori.

Per costruire una marca personale (o aziendale) capace di connettersi efficacemente con il tuo pubblico, devi fare in modo che tutti gli elementi visivi della Brand Identity siano coerenti tra loro. Logo, font, colori: ecco qualche spunto per te.

4. La tua Vision e la tua Mission

Una vision vincente deve emozionare, definire pochi ma importanti obiettivi e comprendere i tuoi valori professionali o della tua azienda. La mission deve essere fonte di ispirazione, ma, a differenza della vision, deve avere una forte connotazione operativa.

Vision e Mission sono tra gli elementi costitutivi della Brand Identity e contribuiscono a definire gli obiettivi connessi ai risultati della tua attività.

Abbiamo affrontato parte di questo argomento più in alto, nella sezione Personal Branding – 1. Determina i tuoi Obiettivi.

5. La tua Brand Value Proposition

La Value Proposition o proposta di valore può essere definita come l’insieme dei benefici che un professionista come te (o un’azienda) promette di fornire a clienti, partner o datori di lavoro e da cui questi ultimi possano ricavare una soddisfazione tale da giustificare il pagamento del relativo costo. Qual’è la tua proposta di valore?

Abbiamo affrontato parte di questo argomento più in alto, nella sezione Personal Branding – 7. Dichiara la tua Promessa.

6. Il tuo Packaging

Quando parliamo di packaging ci riferiamo non solo all’imballaggio di un bene, ma anche agli aspetti immateriali del processo produttivo, industriale ed estetico.

Nella strategia di Personal Branding curare la propria identità visiva, scegliendo capi che contribuiscono a trasmettere i propri valori chiave, è uno degli strumenti maggiormente utilizzati da parte di celebrità e personaggi pubblici.

Ricordi il dolcevita nero di Steve Jobs?

Personal Brand Awareness

La Brand Awareness o conoscenza di marca è un concetto proprio del marketing e costituisce una delle componenti del processo di gestione del marchio.

Applicare questa componente del Brand Management al tuo Personal Branding comporta valutare la capacità dei tuoi clienti, partner o datori di lavoro di riconoscere il tuo Brand, richiamarlo alla memoria, identificando in modo corretto la categoria merceologica, l’immagine o il posizionamento.

Personal Brand Image

La Brand Image è un concetto proprio del marketing e costituisce una delle componenti del processo di gestione del marchio.

A differenza della più concreta identità di marca, la Brand Image è l’immagine del Brand così come viene percepita da clienti, partner o datori di lavoro.

In una strategia di Personal Branding esprime cioè una sintesi delle opinioni che il pubblico ha di te come professionista, dei tuoi servizi o prodotti.

In questa sezione troverai le definizioni, alcuni spunti generali e un approfondimento per ogni singolo elemento che compone la Brand Image.

1. Il tuo Brand Positioning

Il Brand Positioning o posizionamento di marca è un processo, il risultato della strategia di segmentazione del tuo mercato, preceduta dall’analisi e dalla segmentazione vera e propria del tuo pubblico.

Puoi approfondire maggiormente l’elemento più avanti.

2. La tua Brand Personality

La Brand Personality esprime il modo con cui la tua marca si relaziona a clienti, partner o datori di lavoro, attraverso il tuo carattere, stile e tono di voce.

Per un’azienda è il risultato degli sforzi di comunicazione diretti a conseguire un chiaro e distintivo posizionamento dell’offerta nella mente dei consumatori.

Abbiamo affrontato parte di questo argomento più in alto, nella sezione Personal Branding – 4. Presenta la tua Identità.

3. La tua Brand Reputation

La Brand Reputation è la considerazione, o attenzione benevola, di cui tu, un professionista (o un’azienda), godi in virtù della tua capacità di soddisfare le aspettative di clienti, partner o datori di lavoro nel corso del tempo.

Personal Brand Positionong

Il Brand Positioning o posizionamento di marca è un concetto proprio del marketing e costituisce una delle componenti del processo di gestione del marchio.

Si tratta di un processo, il risultato di una strategia di segmentazione del tuo mercato, finalizzata a ideare un prodotto o servizio e una Brand Image, in grado di occupare uno spazio nella mente di tuoi clienti, partner o datori di lavoro diverso da quello dei tuoi concorrenti.

Abbiamo affrontato parte di questo argomento più in alto, nella sezione Personal Branding – 8. Definisci il tuo Posizionamento.

Personal Brand Loyalty

La Brand Loyalty o fidelizzazione è un concetto proprio del marketing e costituisce una delle componenti del processo di gestione del marchio.

Descrive il comportamento di chi acquista, esclusivamente o quasi, prodotti o servizi di un determinato Brand o professionista. La Brand Loyalty indica la tua capacità di conservare i clienti nel tempo: fidelizzarli con efficacia ti permette di ottenere un reale ritorno sull’investimento, in particolare nel medio-lungo periodo, perché i costi per l’acquisizione di nuovi clienti sono in genere superiori a quelli sostenuti per il mantenimento di quelli vecchi.

Personal Brand Equity

La Brand Equity o valore della marca è un concetto proprio del marketing e costituisce una delle componenti del processo di gestione del marchio.

Esprime la forza di una marca sul mercato. Può essere definita valutando complessivamente Awareness, Image e Loyalty oppure ponendo l’accento sul valore del tuo Brand in quanto asset del tuo patrimonio aziendale.

Personal Rebranding

Il Rebranding è un processo per cui un prodotto o servizio sviluppato e distribuito con un determinato nome, un certo marchio o sotto il nome di una ditta, viene reimmesso sul mercato con un altro nome o una diversa identità.

Nella tua strategia Personal Branding potresti decidere di percorrere questa strada quando rimetti tutto in discussione, magari perché è arrivato il momento di cambiare direzione e posizionarti su un mercato diverso da quello in cui hai iniziato. Qui sotto trovi la definizione di Rebranding e qualche buon articolo di esempio.

Vuoi davvero fare Branding?

Ti interessa ragionare su temi come questi e investire sul tuo Personal Brand, in termini di analisi e strategia? Contattami tramite questa pagina e valuteremo insieme un percorso di consulenza o di formazione personalizzata.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *