5 segreti per una Visual Identity efficace e adatta al tuo Brand

L’identità visiva è uno strumento che ti aiuta a realizzare la tua strategia di marca, comunica chi sei e che cosa stai facendo. Come qualsiasi altra cosa nella vita, migliore è lo strumento e maggiore il successo che otterrai.

Sfortunatamente è vero anche il contrario.

Ci sono Brand con identità deboli che non comunicano chi sono. Altri che non hanno un’identità e condividono contenuti totalmente incoerenti. Il peggio, tuttavia, è una marca la cui identità è tanto complicata che nessuno riesce a utilizzarla, tanto da finire con le stesse incongruenze di un Brand senza identità.

Column Five Media è una creative content agency americana che cito spesso. Questa agenzia detesta vedere i Brand afflitti da questi problemi e per questa ragione condivide conoscenze e strumenti adatti a creare visual identity belle e funzionali.

Se stai lavorando alla creazione della tua identità visiva (o stai pensando di rinnovare quella esistente), è importante che tu comprenda cosa evitare e su cosa puntare. Ecco quindi 5 concetti chiave per ottenere una forte identità visiva.

Per una visual identity migliore

La costruzione di una visual identity è un processo lungo, pieno di insidie ​​e di errori. Per rendere questo processo più facile e meno stressante, ecco cinque spunti per renderla un autentico successo.

1) Rendila completa

La tua identità visiva è un kit di strumenti che aiutano i Brand designers (e tutti i content creators) a comunicare la tua marca. Sia che stiano creando contenuti per Instagram, video animazioni o una nuova infografica, la tua visual identity dovrebbe fornire loro gli elementi necessari per fare bene il proprio lavoro.

È quindi necessario prevedere linee guida per tutto ciò di cui potrebbero avere bisogno, a seconda del medium per cui lavorano.

La tua identità visiva dovrebbe comprendere:

  • Logo
  • Colori
  • Font / Elementi tipografici
  • Gerarchia dei contenuti
  • Fotografie
  • Illustrazioni
  • Icone
  • Reportistica
  • Elementi interattivi
  • Video / Motion Graphics
  • Web Design

A seconda delle esigenze del tuo Brand, potrebbe essere necessario includere altri elementi, ma questo elenco è un buon punto di partenza. Ricorda che ciascuno di questi elementi deve essere progettato per generare il massimo impatto.

2) Rendila flessibile

Una buona visual identity è abbastanza flessibile da crescere insieme al tuo marchio. Questo significa che si evolve insieme alla tua attività, indipendentemente dal fatto che tu ti stia espandendo verso nuovi prodotti, servizi o settori.

Questo vale anche per il tipo di contenuti che vengono creati. È probabile che in futuro emergano nuove piattaforme e si affermino nuovi mezzi di comunicazione (ad esempio, quando ho inziato a scrivere questo blog Instagram non esisteva) e la tua marca deve essere pronta per adattarsi.

Cose come il design mobile-responsive, i caratteri tipografici web-friendly e persino i colori dei marchi possono influenzare la Brand experience, quindi assicurati di tenerne conto. Considera anche il pubblico al quale ti rivolgerai. Questo aspetto è particolarmente rilevante quando si tratta di accessibilità online.

3) Rendila unica e personale

La tua identità visiva deve rappresentare con precisione il tuo Brand: chi sei, cosa fai, in cosa credi e cosa ti interessa.

Comunicarlo è una sfida, ma farlo è fondamentale, come pure farlo bene. Se c’è uno scollamento visivo o un senso di inautenticità, la gente lo percepisce.

Oltre a rappresentare la tua marca, vuoi che la tua immagine sia distinta. Evita di seguire le tendenze del design o di scopiazzare la concorrenza. Per garantire che la tua identità visiva sia on-brand:

  • Dedicati alla Brand audit prima che al design. La Brand audit è la prima analisi riguardante un marchio o un nome. Ti aiuterà a chiarire l’immagine del tuo Brand, per poi visualizzarla attraverso il design e i suoi strumenti;
  • Analizza la concorrenza. L’analisi della concorrenza è una valutazione dei punti di forza e di debolezza dei competitor attuali e potenziali. L’analisi dei concorrenti ti fornisce informazioni strategiche sia in chiave offensiva che difensiva. È uno strumento indispensabile per identificare opportunità e minacce.

4) Mantienila coerente

Una buona identità visiva non è solo bella, ma funzionale a tutti i livelli. Inoltre è progettata per la massima comprensione e una facile applicazione.

Ciò significa che deve essere:

  • Coerente: l’estetica è coerente in tutto, dall’icona all’illustrazione.
  • Complementare: ogni elemento funziona magnificamente con l’altro.
  • Comprensibile: tutti gli elementi sono chiari e facili da interpretare (pensa a cose come il tuo sistema di icone o la tipografia).
  • Intuitiva: il sistema di progettazione è facile da applicare.

Se una parte qualsiasi del tuo design stride o sembra fuori luogo, per il tuo team sarà più difficile creare contenuti belli e coerenti, e farà perdere forza al tuo marchio.

5) Documentala e condividila

Se il tuo è un Brand in crescita che genera molti contenuti, è probabile che tu abbia coinvolto dei professionisti freelance (o che lo farai in futuro). Con tante mani sullo stesso contenuto può essere difficile mantenere alta la qualità. Puoi riuscirci con una Brand style guide.

Si tratta di uno strumento che permette a tutti di rimanere allineati, assicura che le linee guida vengano opportunamente applicate e semplifica la vita all’intera squadra. Per redigerla nel modo corretto, assicurati che la tua guida sia:

  • Completa: includi le linee guida relative a qualsiasi aspetto utile per i content creators, compresi messaggi e visual guidelines.
  • Ricca di esempi: gli esempi tratti dalla realtà non lasciano spazio a interpretazioni errate.
  • Accessibile: assicurati che tutti sappiano dove trovarla.
  • Aggiornata: il tuo creative director o il tuo Brand team devono mantenere sempre aggiornate le linee guida, risolvere eventuali problemi e rispondere alle domande del team creativo.

Ricorda: la Visual Identity è solo una parte del tutto

Ci sono molti elementi che contribuiscono a rendere forte un Brand.

Prima di iniziare a progettare la tua identità visiva, assicurati di avere una strategia di marca completa, di comprendere gli obiettivi del tuo Brand e di avere un brief creativo accurato (e approvato).

Immagine: di Alex Veresovich via Shutterstock

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *